Crema si arrende a Genova. Domenica si gioca un posto in semifinale di A1

Da sinistra: Armando Zanotti (cap.), Giacomo Nava, Samuel Vincent Ruggeri, Paolo Lorenzi, Lorenzo Bresciani, Leonardo Cattaneo, Adrian Ungur, Fabio Delfini (vice cap.) (foto GAME)

Questo articolo è presentato da:

Crema – Quest’anno la fortuna non vuole proprio schierarsi dalla parte del Tennis Club Crema. La prova è nelle due sfide del campionato di Serie A1 contro i campioni d’Italia in carica del Park Tennis Club di Genova, collocate in due settimane del calendario nelle quali i liguri hanno potuto contare su due top 100 per volta, spesso invece assenti (per gli impegni individuali) negli altri incontri. Così, dopo il 6-0 dell’andata a Crema, la formazione lombarda ha raccolto una sconfitta anche nella gara di ritorno in trasferta, arrendendosi per 5-1 a un team in grado di schierare due dei migliori giocatori italiani del momento: Gianluca Mager, numero 65 del mondo, e Lorenzo Musetti, numero 66. Due presenze che, malgrado le buonissime prove dei ragazzi del Tc Crema, hanno spostato l’equilibrio dalla parte dei padroni di casa, capaci di chiudere i conti già al termine dei quattro singolari. I primi due sono stati i più combattuti, nei quali entrambi i cremaschi hanno dato sul serio l’impressione di potercela fare. Andrey Golubev ha giocato un primo set sontuoso contro Gianluca Mager, ma alla distanza ha dovuto cedere per 3-6 6-4 6-1, e la stessa sorte è toccata contemporaneamente ad Adrian Ungur in una sfida molto simile contro Alessandro Giannessi, che ha premiato il tennista di La Spezia con il punteggio di 4-6 6-3 6-1. Successivamente, il debuttante Gabriele Datei (altro giovane cresciuto al Tc Crema) si è arreso per 6-2 6-1 a Luigi Sorrentino, mentre Samuel Vincent Ruggeri ha tenuto testa al baby fenomeno – e suo coetaneo – Musetti, ma non è riuscito ad andare oltre il 7-5 6-2 finale, mancando tre chance per il 6-6 nel primo parziale.

Con la possibilità di fare punti ormai sfuggita, nei doppi capitan Armando Zanotti ha deciso di dare spazio ai giovani, regalando al Tc Crema un piccolo pezzo di storia, visto che tutti i quattro giocatori scesi in campo sono cresciuti nel vivaio del club, dove tre di loro si allenano tutt’ora. Unica eccezione Samuel Vincent Ruggeri, che ha formato una coppia tutta bergamasca col mancino Gabriele Datei, accompagnandolo al primo successo nel massimo campionato nazionale (6-1 6-4 a Ceppellini/Sorrentino). L’altro duo di giovanissimi, composto da Leonardo Cattaneo e Giacomo Nava, non è invece riuscito a tenere testa a Musetti/Cortimiglia, cedendo per 6-1 6-1, ma entrambi i ragazzi hanno comunque vissuto un’esperienza preziosa dal punto di vista formativo. “È una delle note positive di questa giornata – ha detto il capitano –, nella quale pur giocando ottimi incontri abbiamo pagato il valore degli avversari. Peccato, ma l’altra buona notizia è che i giochi di classifica rimangono apertissimi”. Già, perché con una sola sfida da disputare prima della fine della fase a gironi, il Tc Crema si trova al secondo posto con 9 punti, alle spalle del Tc Pistoia (10) e davanti al Park Tc (8). Vuol dire che i cremaschi si giocheranno tutto nel duello casalingo di domenica 21 novembre contro i toscani, col sogno di bissare il successo dell’andata per conquistare di nuovo un posto nelle semifinali scudetto.

RISULTATI
Quinta giornata Girone 1
Park Tennis Club Genova b. Tennis Club Crema 5-1
Gianluca Mager (P) b. Andrey Golubev (C) 3-6 6-4 6-1, Alessandro Giannessi (P) b. Adrian Ungur (C) 4-6 6-3 6-1, Luigi Sorrentino (P) b. Gabriele Datei (C) 6-2 6-1, Lorenzo Musetti (P) b. Samuel Vincent Ruggeri (C) 7-5 6-2, Musetti/Cortimiglia (P) b. Cattaneo/Nava (C) 6-1 6-1, Datei/Vincent Ruggeri (C) b. Ceppellini/Sorrentino (P) 6-1 6-4.

CLASSIFICA GIRONE 1

  1. Tennis Club Pistoia, 10 punti (20-10)
  2. Tennis Club Crema, 9 punti (16-14)
  3. Park Tennis Club Genova, 8 punti (19-11)
  4. Circolo Tennis Massa Lombarda, 1 punto (5-25)

Condividi questo articolo con i tuoi Social

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *